Costruire alternative

Dinnanzi ai vari problemi ecologici e sociali della nostra epoca, non possiamo aspettare che li risolva un politico illuminato. Dobbiamo attivarci – senza dimenticare l’ozio – e costruire alternative concrete, qui ed ora, collettivamente. Le possibilità sono molte: Italia Che Cambia ne ha censite migliaia e nei nostri Decrescita Bike Tour ne abbiamo incontrate a decine.

C’è la rete di Genuino Clandestino che mette insieme chi vuole fare un’agricoltura diversa, non solo a basso impatto ma anche fuori dalle logiche di profitto. Così come l’esempio di Mondeggi, dove questo intento si unisce a quello di una vita collettiva e di difesa di un importante bene comune storico alle porte di Firenze. Poi c’è Altri Mondi Bike Tour, progetto teatrale che racconta scientificamente e giocosamente l’ambiente, il mondo, problemi e soluzioni. E progetti urbani come la rete di mutualismo di Comu.Net a Torino, il Laboratorio Culturale Autogestito Manituana che ha creato uno spazio di confronto e azione aperto, libero, multidisciplinare oppure la Fondazione di Comunità Porta Palazzo che cerca di farsi strumento della comunità per migliorare, inclusivamente, il proprio quartiere.

Attivati anche tu!

Proposta da

Lo sapevi che


Letture Consigliate: